San Giovanni in Persiceto

San Giovanni in Persiceto (San Żvân in dialetto bolognese occidentale) è un florido comune che si estende nella parte nord-occidentale di Bologna, sulla sinistra del torrente Samoggia, al confine con le provincie di Ferrara e Modena. E’ la  patria del carnevale e della maschera di Bertoldo, figura nata dalla penna di Giulio Cesare Croce, illustre cittadino persicetano.

Il popolamento del territorio persicetano vanta origini molto antiche, come documentano importanti attestazioni archeologiche dell’età del Bronzo e della prima età del Ferro; inoltre, l’occupazione in epoca romana è testimoniata dalle tracce superstiti della centuriazione e da numerosi siti archeologici. Le prime attestazioni documentarie relative all’attuale centro abitato risalgono, invece, all’età medievale: nel 936 d.C. viene citata la chiesa plebana dedicata a San Giovanni Battista, mentre nel 1079 d.C. abbiamo notizia del Castrum S. Iohannis in Persiceta, aggregato demico fortificato che nel XII e XIII secolo doveva coincidere con l’area del centro storico attualmente chiamata “Borgo Rotondo”.

Il distretto altomedievale di Persiceto appartenne a lungo alla Contea di Modena; donato all’abbazia di Nonantola (Mo), passò poi sotto la giurisdizione dei vescovi bolognesi ed entrò a far parte del dominio politico di Bologna. La concessione di vaste estensioni di terreni incolti e paludosi da bonificare permise ai persicetani di costituire i beni  della futura Partecipanza Agraria, una forma di proprietà terriera istituita nel XVI secolo, ma che affonda le sue radici in epoca medievale e ancora oggi è proprietaria di estesi appezzamenti in territorio comunale, periodicamente sorteggiati e riassegnati ai discendenti delle antiche famiglie contadine.

Alterne vicende videro poi la città testimone di lotte per il potere, tumulti e manifestazioni popolari, scontri politici, ma anche di tanti momenti di festa civile e religiosa che hanno creato una ricca stratificazione storica ed una forte identità persicetana.

Vieni, vedi e gusta i ricchi itinerari del nostri territorio!

 


Distanza da Bologna: Km 21

Altitudine: m. 16/43

Popolazione: 28.153 (agg. 2017)

Giorno di mercato: mercoledì

Patrono: San Giovanni Battista (24 giugno)

Frazioni: San Matteo della Decima, Amola, Biancolina, Castagnolo, Le Budrie, Lorenzatico, Tivoli e Zenerigolo

Curiosità: al Comune è dedicato un asteroide della fascia principale, 69245 Persiceto.

Collegamenti:

  • attraversata dalle strade statali n. 568 di Crevalcore e n. 255 di San Matteo Decima, può essere facilmente raggiunta anche mediante l’autostrada A14 Bologna-Taranto, dall’uscita di Bologna-Borgo Panigale, distante soltanto 16 km
  • rete ferroviaria: linea Bologna-Verona
  • aeroporto: a 16 km di distanza

Cittadini illustri:

Santa Clelia Barbieri (San Giovanni in Persiceto, 13 febbraio 1847 – San Giovanni in Persiceto, fraz. Budrie, 13 luglio 1870) – Religiosa italiana proclamata santa nel 1989; fondatrice della congregazione delle Suore Minime dell’Addolorata.  E’ la fondatrice più giovane nella storia della chiesa.

Marco Belinelli (San Giovanni in Persiceto, 25 marzo 1986) – Cestista professionista, dopo una brillante carriera nella Serie A italiana con un titolo nazionale vinto, è da più di un decennio in attività nella NBA americana (la migliore e più ambita lega professionistica al mondo) nella quale è attualmente l’unico italiano ad aver conquistato un campionato. E’ un punto fermo della Nazionale Italiana di Pallacanestro.

Alberto Bergamini (San Giovanni in Persiceto, 1871 – Roma, 1962) – Giornalista fondatore de Il Giornale d’Italia, di cui fu direttore dal 1901 al 1923,  e inventore della Terza pagina.

Giulio Cesare Croce (San Giovanni in Persiceto, 1550 – Bologna, 1609) – Scrittore, considerato il padre della letteratura dialettale bolognese. La sua fama è legata a due opere che hanno avuto grande fortuna presso il popolo: Le sottilissime astutie di Bertoldo (1606) e il suo seguito, Le piacevoli et ridicolose simplicità di Bertoldino (1608). Bertoldo è oggi la maschera tipica del Carnevale storico di San Giovanni in Persiceto, sfilata di carri allegorici lungo le vie del centro cittadino, nelle due domeniche antecedenti la Quaresima.

Gaetano Gandolfi (San Giovanni in Persiceto, fraz. San Matteo della Decima, 31 agosto 1734 – Bologna, 20 giugno 1802) – Pittore italiano. Le sue opere sono conservate nei musei e gallerie d’arte, tra cui il Louvre di Parigi e il Metropolitan Museum of Art di New York.

Mario Martinelli (San Giovanni in Persiceto, 1939-1980) – Artista persicetano molto conosciuto e apprezzato; ha dato vita, fra le tante opere, ad una magnifica scultura in ferro ispirata al Don Chisciotte.

Gino Pellegrini (Lugo di Vicenza, 13 agosto 1941 – San Giovanni in Persiceto, 20 dicembre 2014) – Scenografo e pittore italiano. Fra le varie opere che compose di particolare rilevanza rimane la “Piazzetta degli inganni” costituita da numerose scene di trompe l’oeil dipinte sui muri delle case prospicienti alla piazza Betlemme a San Giovanni in Persiceto.

Raffaele Pettazzoni (San Giovanni in Persiceto, 3 febbraio 1883 – Roma, 8 dicembre 1959) – Il più grande storico delle religioni del Novecento. Fu uno dei primi accademici a proporre uno studio laico e storico-critico della religione in chiave universale, preservandone allo stesso tempo il carattere autonomo, irriducibile a qualsiasi altra dimensione della natura umana.

Vito, pseudonimo di Stefano Bicocchi (San Giovanni in Persiceto, 23 dicembre 1957) – Attore e comico italiano.


 

Comune di San Giovanni in Persiceto

Corso Italia, n. 70 – 40017 San Giovanni in Persiceto (BO)

Tel. +39 051-6812701- Fax +39 051-825024

PEC: comune.persiceto@cert.provincia.bo.it

INFO: urp@comunepersiceto.it